mercoledì, Luglio 24

Eventi

Libertà religiosa e fondamentalismo islamico

Libertà religiosa e fondamentalismo islamico

Attualità e Cronaca, Eventi
Torino, Porta Palazzo Care Gocce, come promesso nell'articolo di martedi scorso 23 luglio, il 24 luglio, alle ore 19, siamo andati alla manifestazione a Torino nel quartiere di Porta Palazzo, per portare la nostra solidarietà a Sherif Azer, il cristiano copto aggredito il 18 luglio scorso da dieci islamici, perchè rifiutava di fare il Ramadan, il digiuno islamico. -- La mattina del 24, Sherif ha subito una nuova aggressione. Anche questa volta è fortunosamente sfuggito. Alcuni aggressori sono stati arrestati. La marcia di solidarietà è partita da Corso Valdocco, zona Rondò d’la furca. Non a caso, ma a indicazione di un preciso significato: il corteo è partito dall’antico luogo dove venivano impiccati i condannati a morte. Non molto distante da lì in linea d’aria,si è verificata
Piazza San Pietro e l’Harley Drop

Piazza San Pietro e l’Harley Drop

Eventi, Il Tempo della Rugiada
Sì, anche noi gocce di Rugiada Costituzionale eravamo in Piazza San Pietro domenica 16 giugno. Aldilà ed oltre la nostra presenza fisica, era il nostro cuore ad essere nella piazza italiana più famosa nel mondo per ascoltare Papa Francesco parlare del Vangelo della Vita. Abbiamo avuto un po’ la sensazione di rinnovare il nostro DNA di gocce di rugiada Costituzionale. Le nostra fondamenta ideali, che conformemente all’enciclica Evangelium Vitae, si pongono sulla dignità della persona considerata dal concepimento alla morte naturale, identità posta come base della società e dello sviluppo economico. Per noi gocce, questo senso del vivere è rappresentato dall’immagine dell’ecomusica: il profilo di un bimbo di tre mesi, raccolto nel grembo materno, sul quale ruota al tempo di quattro quar
Harley&Gocce

Harley&Gocce

Eventi, Il Tempo della Rugiada
C'eravamo anche noi, Gocce di Rugiada Costituzionale, la settimana scorsa insieme ai 100.000 harleysti a Roma per festeggiare i 110°anniversario della fondazione del marchio. Non avevamo toppe o marchi di riconoscimento particolari, ma solo le magliette del nostro Cicerone Gocciolone, l'immancabile casco e la nostra FXST. Partiti all'avventura in due tappe senza aver organizzato nulla, dopo un colorato viaggio lungo l'Aurelia, siamo arrivati giusto in tempo, venerdi sera, per goderci una Trastevere ormai già invasa da giorni. In tre giorni e due notti nella città eterna che ci ha ospitato, si è dormito veramente poco e l'invasione delle due ruote USA era impressionante. Piazza del popolo, il lungotevere, via dei fori imperiali fino ad arrivare al quartiere Eur, s'incontravano harle
Uto Ughi, “quel diavolo di un trillo”

Uto Ughi, “quel diavolo di un trillo”

Cultura, Eventi
Si è tenuta ieri mattina 4 Aprile presso la sala della Regione Piemonte a Torino, la conferenza stampa del Maestro Uto Ughi in occasione dell'evento che si terrà giovedì 18 organizzato dall'Associazione Arturo Toscanini di Savigliano per la presentazione del nuovo libro "Quel Diavolo di un Trillo" una vita in musica edito Einaudi. Link YouTube: http://www.youtube.com/watch?v=JXacm0uBhCA&feature=youtu.be Erano presenti il presidente della Regione Cota, la presidente della Provincia Gancia i presidenti dell'Associazione Arturo Toscanini promotrice dell'evento, i rappresentati della casa editrice Einaudi, moltissimi giornalisti e gente comune appassionata della musica Classica. All'entrata della sala il Maestro è stato letteralmente assalito dai cameramen della Rai e di altre televisi

La protesta delle cooperative sociali a Cuneo

Attualità e Cronaca, Eventi
Chiara, chiameremo così con un nome di fantasia la nostra protagonista, sale sul piccolo palco allestito dagli organizzatori nella piazzetta antistante il Comune di Cuneo. Molte persone sono lì per ascoltarla, per ascoltare la sua richiesta. In italiano semplice quasi da bambina, Chiara davanti a tutti e senza il timore di essere giudicata chiede a gran voce: "lasciatemi andare a giocare ancora alla comunità, dove ho tanti amici. Non voglio che sia chiuso il centro diurno. Non saprei dove andare a passare le mie giornate. Lì posso giocare con tante persone a cui voglio bene”. La mamma di Chiara è sotto il palco che orgogliosa ed emozionata ascolta la sua eroina asciugandosi le lacrime insieme a tutti i presenti. --- Poche parole ed un misto di commozione e tenerezza stringe il cuore